Nel Comune di Fiume Veneto c’è molta attenzione, nelle ultime settimane, per la vicenda delle strisce pedonali recentemente realizzate in via Fratte di Cimpello che terminano contro un guard rail.

I consiglieri di Flumen, Jessica Canton e Alan Olivo, già nel maggio di quest’anno avevano presentato un’interrogazione a riguardo, e la risposta del vicesindaco Simonin è stata, dir poco, sconfortante “…si è provveduto a migliorare la sicurezza creando un attraversamento pedonale in via Nuova Fratte” salvo poi affrettarsi a precisare che “il guard rail contro cui il passaggio pedonale si ferma, si trova nel territorio comunale di Azzano Decimo”. In altri termini: l’attraversamento è utile, è il guardrail che si trova nel posto sbagliato, ma poiché il guardrail è nel comune di Azzano, non è un nostro problema.

Se è ben vero che lo sbocco di quella pista ciclabile in un punto cieco dell’incrocio è di per sé pericoloso – tanto da essere stato oggetto di approfondimento da parte di Polizia e Prefetto – è altresì vero che approvare un intervento di quel tipo altro non fa che “spostare” il problema all’altro lato della strada e se, poi, dall’altro lato, c’è un altro Comune, poco importa.

Della questione è stata interessata anche la televisione, dopo che un cittadino fiumano si è attivato con l’emittente locale Telepordenone e con la trasmissione “Striscia la notizia”. Nonostante siano trascorsi oramai alcuni mesi dal nostro sollecito, vogliamo ancora sperare che il Sindaco intervenga quanto prima su questa imbarazzante, e quantomai pericolosa, opera.

 

Risposta_interrogazione_piste_ciclabili[0.1] (2)