L’amministrazione Vaccher sembra essersi definitivamente arresa di fronte ai problemi del servizio idrico integrato.

Anche nel 2016 si sono ripresentate le solite lamentele relative alle fatture emesse con importi elevati o a forfait, i tempi di pagamento ristretti, l’assenza del comune quando si decidono gli investimenti, tra cui la realizzazione dell’acquedotto a Cimpello, le mancate risposte ai cittadini.

In via Vespucci ci sono voluti tre anni per la posa del collettore principale sotto la pista ciclabile, ma i cittadini stanno ancora attendendo lo sdoppiamento della rete fognaria: ad oggi i lavori non sono nemmeno stati appaltati. I residenti, dopo aver sollecitato invano l’assessore Prosser, a settembre hanno invitato il sindaco per un sopralluogo a seguito del quale non è accaduto più nulla.

La situazione è avvilente, in particolare lungo la ferrovia: scarichi e scoli a cielo aperto, acqua stagnante che tracima nei giardini e gli orti durante le pioggie, interventi di manutenzione sporadici e una tantum, lasciati alla buona volontà dei residenti che, comunque, si vedono recapitare regolarmente le bollette per la fognatura. Appare ormai palese come i cittadini dovranno attendere il prossimo sindaco per ricevere risposte concrete.

IMG_20170115_150725 IMG_20170115_150748 IMG_20170115_150755 via vespucci