A quasi un anno di distanza dall’approvazione del consiglio comunale della modifica della convenzione relativa alla piscina e le parti comuni del PRPC di via Hude – Borgo Fratte, pensavamo che la problematica ultra decennale fosse risolta.

Invece scopriamo che tutto è rimasto fermo ad allora: non si è perfezionata con i residenti la modifica, non si provvede allo sfalcio dell’erba e alla pulizia minima necessaria a mantenere il decoro.

Abbiamo presentato un’interrogazione (la quinta in 5 anni per gli stessi problemi!!!) per conoscere le motivazioni di tale ritardo. Non vorremmo trovarci di fronte all’ennesimo “pasticcio” dell’amministrazione Vaccher: parrebbe che la giunta l’anno scorso abbia portato in consiglio comunale il testo della modifica senza prima avere l’ assenso formale della controparte, ovvero i residenti.

Così si annunciavano risolti tutti i problemi (Il Gazzettino del 18.03.2014)

piscina fratte problema risolto - 18.03.2014

Al Sindaco del Comune di Fiume Veneto

Fiume Veneto, 21 maggio 2016

Ogg: interrogazione sulla modifica della convenzione urbanistica di Borgo Fratte in via Hude non ancora perfezionata ad un anno dalla deliberazione del consiglio comunale

 

I sottoscritti consiglieri comunali, Michele Cieol e Alan Olivo,

Ricordata la deliberazione datata luglio 2015 da parte del consiglio comunale  dello “ SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA MODIFICA DELLE CONVENZIONI, STIPULATE IN DATA 8 GIUGNO 2000 E 30 NOVEMBRE 2000, PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA DEL P.R.P.C. DENOMINATO “FRATTE” E CESSIONE GRATUITA DELLE AREE;

Ricordato  che la modifica della convenzione in essere si è resa necessaria per risolvere una situazione di impasse relativa alla competenza della manutenzione ordinaria delle aree nonché dello smantellamento dell’inutilizzata piscina prevista nel prpc,

Ribadito come  uno dei problemi lamentati dalla cittadinanza residente in via Hude fosse il proliferare di insetti, roditori e rettili di piccola taglia che trovano il loro habitat ideale nell’erba alta e nell’acqua stagnate della piscina inutilizzata,

Verificato che ad oggi ancora non si è provveduto a dare seguito a quanto approvato in consiglio comunale nel luglio 2015,

Ricordato che questa amministrazione, negli ultimi tre anni, ha dichiarato trionfalmente a mezzo stampa, più volte, il raggiungimento della soluzione dei problemi di Borgo Fratte, senza che nulla venisse perfezionato,

Sottolineato che con l’arrivo della bella stagione, ancora una volta, si stanno per ripresentare tutte le problematiche lamentate in questi anni,

 

INTERROGANO IL SINDACO PER SAPERE:

 

  • Per quali motivi non si è provveduto a formalizzare la modifica della convenzione con il condominio denominato “Borgo Fratte” nonostante il consiglio comunale abbia approvato la modifica a luglio del 2015;
  • Se prima di portare all’approvazione del consiglio comunale la modifica della bozza sia stata concordata ufficialmente con la controparte, o se ci si è limitati a un consenso informale a voce;
  • Come e se ha intenzione di provvedere alle manutenzioni del verde del borgo, che versa attualmente in uno stato di degrado e trascuratezza.

 

Si richiede che alla presente interrogazione sia data risposta scritta al prossimo consiglio comunale.