L’invio da parte di Acque del Basso Livenza S.p.A. delle bollette inerenti i consumi 2011 a dicembre e con pochi giorni per provvedere al pagamento aveva suscitato molte  polemiche e malumori tra la cittadinanza.

Il comitato Aqua&Aqua organizzò il 15 dicembre  una riunione pubblica, alla presenza del Sindaco,  in cui emerse chiaramente la necessità di dover dare risposte sulla modalità di fatturazione dei consumi e gli aspetti contrattuali, ancora del tutto vaghi e imprecisi: per provvedere alle doverose verifiche fu chiesta una proroga della scadenza.

Il 22 dicembre riprendemmo le istanze, attraverso una nostra lettera aperta alla quale a tutt’oggi stiamo ancora attendendo un riscontro.

Solo in data 7 febbraio si è data notizia attraverso i giornali della nuova scadenza prorogata al 15 c.m., poi di nuovo posticipata a metà marzo, senza che se ne trovi evidenza né sul sito del Comune né sul quello del gestore e senza che nel frattempo nessuno abbia fatto nulla.

Giova ricordare che le richieste di proroga dei termini di pagamento sollevate da numerosi cittadini erano finalizzate ad avere il tempo per poter verificare, con il gestore, la correttezza delle medesime, oltre che ricevere spiegazioni su metodi di calcolo, applicazione delle tariffe, canoni, quote fisse, assicurazione perdite occulte, contrattualistica errata. Non certo per ottenere qualche giorno in più per pagare fatture che hanno raggiunto anche i 4-500 euro a famiglia!!!

Né ancora è mai stata data spiegazione del perché il comune di Fiume Veneto abbia recapitato presso le abitazioni avvisi inerenti l’obbligatorietà di legge da parte dei cittadini sull’installazione del misuratore d’acqua, rivelatasi poi non sussistere.

Ricordiamo che nella “carta dei servizi” pubblicata sul sito del gestore ed inviata ad alcuni cittadini (ma non a tutti),  lo stesso dichiara che “l’utente ha diritto di ottenere da ABL la comunicazione di dati ed informazioni che lo riguardano. L’utente può avanzare proposte, formulare osservazioni e suggerimenti, inoltrare reclami”…e ancora “ABL è costantemente impegnata al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del suo servizio. Il fine è quello di una sempre maggiore soddisfazione dell’Utente”.

Flumen ha presentato al sindaco una richiesta di inserimento del tema all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale: è necessario che si risponda senza tergiversare. Chiediamo la presenza di un referente del gestore del servizio idrico integrato per dare le dovute spiegazioni alle domande e le richieste attese da anni.

Ci auguriamo, inoltre, che la si smetta di fare demagogia accusando i cittadini di non voler pagare il servizio: i fiumani vogliono pagare il giusto e sapere come vengono fatti  i conti!

Richiesta inserimento odg servizio idrico

era il 22 dicembre 2014: Lettera aperta a Acque del Basso Livenza spa