Secondo molte segnalazioni di cittadini giunte al nostro gruppo, in via Stradella, in particolare nel tratto parallelo alla SS.13 retrostante al centro commerciale Emisfero, da diverso tempo accade che gli automobilisti imbocchino la bretella contromano, violando il divieto di accesso. E’ sufficiente un breve sopralluogo, che noi abbiamo effettuato prontamente, per assistere a tali manovre pericolose. Via Stradella presenta una situazione che ci sembra in degrado ed abbandono: sono visibili buche nella pavimentazione, segnali stradali poco chiari o poco visibili, addirittura smontati ed abbandonati, scarsa manutenzione delle banchine.

Riteniamo che sia urgentemente intervenire sulla viabilità anche in previsione di un sicuro aumento di traffico che andrà ad insistere sull’area, in quanto per il prossimo anno sono previste nuove attività commerciali come il McDonald’s nel luogo in cui fino a pochi mesi fa sorgeva l’edificio storico di Villa Schizzi, recentemente demolito dalle ruspe.

Siamo perplessi, inoltre, sull’estremo ritardo sul più volte annunciato intervento alla viabilità del quartiere Primo Maggio: siamo felici che l’amministrazione abbia deciso di sposare e fare proprie le idee avanzate dalla Lega per Fiume Veneto sul collegamento tra il sottopasso ferroviario e la rotatoria sotto il cavalcavia (http://www.fiumeblog.it/?p=603), non capiamo però il motivo del ritardo che si sta accumulando: sono passati quasi 5 mesi dalla riunione con la popolazione, ma nulla è stato fatto: non solo sulle infrastrutture viarie, se non una bozza di progetto vista pochi giorni fa, ma nemmeno gli annunciati interventi sui limiti di velocità e la segnaletica di via Piandipan, che sinceramente potevano trovare immediata applicazione.

Chiediamo quindi chiarimenti in merito alla situazione.

download: interrogazione via stradella ed emisfero